il mio pensiero

La magia di un oggetto in raku inizia ancora quando tieni tra le mani un pezzo di argilla e stai pensando a cosa realizzare. La materia prende forma tra le mani e la mente corre attraverso fantasie da concretizzare ... smalti, cristalline, fuoco. Dopo la smaltatura del pezzo, finalmente "la cottura" ... e qui si apre un nuovo momento, fatto di pensieri, osservazione e tecnica, perché un pezzo finito è la somma di tutte queste cose. Cuocere un oggetto con la tecnica raku è un'esperienza unica, coinvolgente, sempre diversa di volta in volta. Un'esperienza che infonde molta energia, grande entusiasmo e gioia. Il raku è un'arte che affascina e coinvolge sia l'esecutore che lo spettatore. Un oggetto in raku trasmette al tatto sensazioni diverse come calore, mistero, unicità e sembra raccontare attraverso i giochi di colore e fumo la sua storia.

mercoledì 8 ottobre 2014

I CUORI DI CRI II - NOVITA' D'AUTUNNO

 
 
 

               Riprendo il tema dei cuori con una bella frase di Kahlil Gibran:
"Quando la mano di un uomo tocca la mano di una donna, entrambi toccano il cuore dell'eternità"

          * * *
Eccoli, appena "sfornati"  ... come pulcini  fuori dal guscio .... così appaiono i "naked" dopo la cottura.

 
Poi una pulita in acqua e infine una passata di cera per renderli lucenti e pronti per essere messi dove più ci piace ...




 
 
  Su questo cuore ho usato uno smalto blù-rosso


 
ancora qualche foto....
 


 


 
 





       Poi, infine al loro posto, nel calore della casa ...



.....Un cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra: si  dona ..... (Gustave Flaubert)

 

Nessun commento:

Posta un commento