il mio pensiero

La magia di un oggetto in raku inizia ancora quando tieni tra le mani un pezzo di argilla e stai pensando a cosa realizzare. La materia prende forma tra le mani e la mente corre attraverso fantasie da concretizzare ... smalti, cristalline, fuoco. Dopo la smaltatura del pezzo, finalmente "la cottura" ... e qui si apre un nuovo momento, fatto di pensieri, osservazione e tecnica, perché un pezzo finito è la somma di tutte queste cose. Cuocere un oggetto con la tecnica raku è un'esperienza unica, coinvolgente, sempre diversa di volta in volta. Un'esperienza che infonde molta energia, grande entusiasmo e gioia. Il raku è un'arte che affascina e coinvolge sia l'esecutore che lo spettatore. Un oggetto in raku trasmette al tatto sensazioni diverse come calore, mistero, unicità e sembra raccontare attraverso i giochi di colore e fumo la sua storia.

sabato 5 luglio 2014

KINTSUGI, oro al posto della colla


... il Giappone, storia e tradizioni, tanto lontano .....  ma cosi' vicino al mio modo di essere e di sentire ....


2 commenti:

  1. bellissimo pensiero, molto profondo :-)

    RispondiElimina
  2. Vero? Piace molto anche a me ... si presta a molte interpretazioni. L'idea di riempire un vuoto, oppure di risanare un qualcosa di rotto, o ancora valorizzare anziché deprezzare, riutilizzare invece di buttare via. .. .. si bella filosofia. ...

    RispondiElimina