il mio pensiero

La magia di un oggetto in raku inizia ancora quando tieni tra le mani un pezzo di argilla e stai pensando a cosa realizzare. La materia prende forma tra le mani e la mente corre attraverso fantasie da concretizzare ... smalti, cristalline, fuoco. Dopo la smaltatura del pezzo, finalmente "la cottura" ... e qui si apre un nuovo momento, fatto di pensieri, osservazione e tecnica, perché un pezzo finito è la somma di tutte queste cose. Cuocere un oggetto con la tecnica raku è un'esperienza unica, coinvolgente, sempre diversa di volta in volta. Un'esperienza che infonde molta energia, grande entusiasmo e gioia. Il raku è un'arte che affascina e coinvolge sia l'esecutore che lo spettatore. Un oggetto in raku trasmette al tatto sensazioni diverse come calore, mistero, unicità e sembra raccontare attraverso i giochi di colore e fumo la sua storia.

domenica 7 settembre 2014

LE FORME LUNGHE

Vasi sviluppati in altezza, ho dedicato a queste forme uno studio.
Le forme allungate necessitano di stabilità, di equilibrio e di armonia nelle proporzioni.
Quando si lavora l'argilla, lei vorrebbe "comandare" ed è difficile a volte arrivare alla fine del lavoro ottenendo il risultato desiderato.  Ci vuole tecnica, pazienza e dedizione. Passando attraverso esperienze ed errori si arriva alla meta.  Ogni volta un passo avanti, lungo questa strada così coinvolgente e bella.





Variazioni di turchese che vira al bronzo per effetti della riduzione durante la fumigazione






Il bianco e il nero, un bucchero e un naked, stessa forma, colori diversi, tecniche di cottura diverse...







 
Ho cercato di armonizzare le forme in questa coppia di vasi, simili ma asimmetrici, realizzando un forte contrasto nei colori, il  bianco e il bronzo



 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento