il mio pensiero

La magia di un oggetto in raku inizia ancora quando tieni tra le mani un pezzo di argilla e stai pensando a cosa realizzare. La materia prende forma tra le mani e la mente corre attraverso fantasie da concretizzare ... smalti, cristalline, fuoco. Dopo la smaltatura del pezzo, finalmente "la cottura" ... e qui si apre un nuovo momento, fatto di pensieri, osservazione e tecnica, perché un pezzo finito è la somma di tutte queste cose. Cuocere un oggetto con la tecnica raku è un'esperienza unica, coinvolgente, sempre diversa di volta in volta. Un'esperienza che infonde molta energia, grande entusiasmo e gioia. Il raku è un'arte che affascina e coinvolge sia l'esecutore che lo spettatore. Un oggetto in raku trasmette al tatto sensazioni diverse come calore, mistero, unicità e sembra raccontare attraverso i giochi di colore e fumo la sua storia.

mercoledì 11 marzo 2015

COSTRUIRE CON IL "COLOMBINO"

 
La tecnica del colombino  (o lucignolo) è tra i metodi di modellazione della terra cotta più antichi. Devo dire che è la mia preferita , perchè permette di lavorare ad ampio raggio. Infatti si possono
modellare tutte le forme, anche grandi e complesse e raggiungere degli ottimi risultati.     
 
 
 


 
vaso realizzato con tecnica "colombino" e sovrapposizione di terra sigillata in prima cottura
 

2 commenti:

  1. Fantastico! Non conoscevo questa tecnica.

    RispondiElimina
  2. Grazie Ombretta della tua visita qui, si il colombino ti permette davvero di realizzare qualunque forma, io la definisco una tecnica "meditativa" perché il processo non è di realizzazione veloce, anzi piuttosto lenta. Ma proprio perché non è veloce permette di definire ogni dettaglio e di lavorare con precisione ed anche la mente ne trae beneficio, calma e rilassatezza.

    RispondiElimina