il mio pensiero

La magia di un oggetto in raku inizia ancora quando tieni tra le mani un pezzo di argilla e stai pensando a cosa realizzare. La materia prende forma tra le mani e la mente corre attraverso fantasie da concretizzare ... smalti, cristalline, fuoco. Dopo la smaltatura del pezzo, finalmente "la cottura" ... e qui si apre un nuovo momento, fatto di pensieri, osservazione e tecnica, perché un pezzo finito è la somma di tutte queste cose. Cuocere un oggetto con la tecnica raku è un'esperienza unica, coinvolgente, sempre diversa di volta in volta. Un'esperienza che infonde molta energia, grande entusiasmo e gioia. Il raku è un'arte che affascina e coinvolge sia l'esecutore che lo spettatore. Un oggetto in raku trasmette al tatto sensazioni diverse come calore, mistero, unicità e sembra raccontare attraverso i giochi di colore e fumo la sua storia.

sabato 16 maggio 2015

ACQUA, ARIA, TERRA E FUOCO

La sera che precede la cottura raku c'è  una sorta di eccitazione nell'aria, energia che si sprigiona, pensieri che corrono, azioni ben precise affinché tutto funzioni al meglio!
I preparativi sono innumerevoli e ogni cosa deve essere pronta, non bisogna dimenticare nulla! E' il momento conclusivo di un processo lungo e laborioso. Alla fine di tutto porteremo finalmente a casa le nostre "creazioni".
Il momento della cottura è molto bello, è il "realizzarsi" di quanto abbiamo tanto atteso, è la curiosità del risultato, è a volte l'imprevisto che supera le aspettative, è l'emozione e la gioia nello scoprire la bellezza ....



La giornata mi è stata favorevole, "acqua aria terra e fuoco" in un connubio perfetto per questi "naked" che mi hanno fatto "gioire il giorno"....









Nessun commento:

Posta un commento