il mio pensiero

La magia di un oggetto in raku inizia ancora quando tieni tra le mani un pezzo di argilla e stai pensando a cosa realizzare. La materia prende forma tra le mani e la mente corre attraverso fantasie da concretizzare ... smalti, cristalline, fuoco. Dopo la smaltatura del pezzo, finalmente "la cottura" ... e qui si apre un nuovo momento, fatto di pensieri, osservazione e tecnica, perché un pezzo finito è la somma di tutte queste cose. Cuocere un oggetto con la tecnica raku è un'esperienza unica, coinvolgente, sempre diversa di volta in volta. Un'esperienza che infonde molta energia, grande entusiasmo e gioia. Il raku è un'arte che affascina e coinvolge sia l'esecutore che lo spettatore. Un oggetto in raku trasmette al tatto sensazioni diverse come calore, mistero, unicità e sembra raccontare attraverso i giochi di colore e fumo la sua storia.

sabato 26 dicembre 2015

L'ANNO RAKU DI CRI




Dovrei  dire di questo 2015 tante cose, ma senza fare un bilancio ...  è un anno che giorno dopo giorno passa, per entrare nel prossimo portandosi dietro solo positività!
Un anno che mi ha regalato innumerevoli  momenti  e situazioni diverse tra di loro, ma tutte assolutamente di grande valore.

                                                 Il rifacimento del laboratorio in primavera
 
E poi un nuovo step:   Raku-lab, momenti d'insieme e di scambio per condividere
una passione che accomuna
 
 
Mercatini, nuovi incontri e nuove opportunità
 

 
... e poi la Toscana a Piancasale con Mara Funghi e gli amici ... quest'anno nuove esperienze, anche con la "paperclay"
 

 
Autunno impegnativo tra laboratori e cotture per arrivare infine ad "ARTfondue",  un progetto a due, pensato e voluto unendo entusiasmo ed energie in un percorso del tutto nuovo ed "in divenire" ...
 
 


 
Un caloroso GRAZIE a chi mi ha seguito con affetto in questo entusiasmante anno con l'augurio a tutti di nuovo e felice 2016, che sia portatore di nuova creatività, armonia e gioia!
 
 

Nessun commento:

Posta un commento